Oreb, riparte la scalata

Riprende Oreb, itinerario filmico per cercatori d’infinito. E lo facciamo alla grande — perdonate la poca modestia — proponendo un «lungometraggio tra finzione e realtà. Commedia, mistero e dramma. Come la vita stessa».

Questo è, almeno da quanto si legge nella scheda tecnica. E la cosa ci incuriosisce non poco. Il film si chiama Terra di Maria, è uscito nel 2013 in Spagna, ma solo da questo settembre è arrivato in Italia. Finora, in tutti i paesi dove è stato distribuito è diventato un caso per l’inatteso numero di spettatori, peraltro crescenti a ogni proiezione, frutto — cosa incredibile! — del solo passaparola. Sì, perché, come già accaduto con L’Ultima Cima, dietro questo ‘miracolo’ ritroviamo i creativi spagnoli della Infinito Más Uno guidati dal geniale Juan Manuel Cotelo capaci di raccontare storie difficili — raccontare di Dio e dell’uomo senza essere scontati è sempre difficile — con un linguaggio filmico nuovo, fresco, divertente ed emozionale. Realizzato con pochi mezzi, forse proprio per questo, cattura lo spettatore già dalle prime scene. Insomma un film diverso, libero, suggestivo, coraggioso.

L’appuntamento per la visione di questo docufilm imperdibile è per lunedì 26 ottobre presso la sala parrocchiale del S. Rosario della Comunità Parrocchiale San Castrese.
Per andare incontro alle diverse esigenze sono state organizzate due proiezioni, la prima alle ore 17:30 e la seconda alle 21:00. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Si consiglia la prenotazione.

Buona visione. Buon divertimento… meditate!